La scuola dell'infanzia


Da ormai due settimane, Viola ha iniziato la sua avventura nella scuola dell'infanzia.
Inutile dire che sì, ci siamo emozionati molto il primo giorno, quando l'abbiamo accompagnata a piedi (per fortuna la scuola è all'interno del parco dietro casa) e abbiamo visto il suo stupore nell'entrare in un posto nuovo, con maestre nuove e con giochi da "bambini grandi".
Dopo la prima settimana di titubanza mattutina (si attaccava alla gamba di suo papà e sembrava non volesse restare) in realtà sembra essersi inserita bene.. con i bimbi che già conosceva dal nido, ma anche con i bimbi "nuovi".
La vediamo serena e felice, come sempre.. e anche già grande!
Ci stupisce sempre nei discorsi che fa - meriterebbero un post a parte - ma anche negli atteggiamenti che mostra con noi a casa (a volte ci sembra di avere una figlia già adolescente, soprattutto quando non vuole fare una cosa che deve fare o vuole fare una cosa che non deve fare!) o con gli estranei fuori casa.
La sera, a volte, quando lei dorme già, ci chiediamo (bhè, in realtà me lo chiedo più io) se stiamo facendo bene come genitori o se c'è qualcosa, nel nostro atteggiamento, che potremmo migliorare per crescerla responsabile, autonoma e coraggiosa e credo che queste domande se le facciano un po' tutti (anche chi magari non l'ammetterebbe mai).
La sua serenità è importante per noi, così come la nostra è importante per lei.

I vostri bimbi hanno iniziato un percorso nuovo quest'anno?
..che sia nido, materna, elementari o scuole di più alto grado, immagino che i pensieri dei genitori siano sempre gli stessi o crescono con l'età dei figli?!
Vi va di raccontare la vostra esperienza?

Nessun commento:

Posta un commento

Instagram